Biografia - SergioMerletti - website

Vai ai contenuti

Menu principale:

 
Il suo amore per la musica inizia tra le mura di casa è figlio d'arte del soprano Silvana Moyso. Il fervore di Rossini nei primi anni e la monumentale semplicità di Bach lo immergono con passione in un percorso di studi al Conservatorio G. Verdi di Torino, sua città Natale. Intraprende lo studio del pianoforte all'età di 10 anni e pochi anni dopo l'opera e il mondo dei cantanti gli aprono il via ad uno studio di pianista accompagnatore parallelo a quello del pianista solista. Consegue quindi il diploma di pianoforte nel 2005 sotto la guida di Mariaclara Monetti con il massimo dei voti e lode. Conclude il suo ciclo di studi pianistici perfezionandosi con Annamaria Cigoli e si laurea sotto la sua guida nel 2008 in pianoforte ad indirizzo concertistico con il massimo dei voti e la lode. La sua necessità musicale di ampliarsi e completarsi lo vede coinvolto negli studi di Composizione e Direzione d'orchestra dei quali si diploma a Giugno e Ottobre del 2009. La sua formazione come direttore d'orchestra è stata affidata al M° Donato Renzetti.

Come pianista esecutore ha frequentato le MasterClasses dei Maestri Aldo Ciccolini (2004), Joaquìn Achùcarro (2005) e Jeffrey Swann (2006), e con Pietro De Maria (2008).

Tra i suoi successi si può annoverare il Premio “Fondazione CRT” nella sua IV edizione (2006). Vincitore del primo premio, è stato selezionato dalla giuria (presieduta dal famoso critico musicale Giorgio Pestelli) fra i migliori diplomati di Piemonte e Valle d'Aosta. Per celebrare la vittoria l'anno successivo è stato invitato ad eseguire il concerto per pianoforte e orchestra n. 5 op. 73, “Imperatore” di Beethoven, suonando con l'orchestra sinfonica giovanile del Piemonte, presso l'auditorium “Mozart” di Ivrea.

Dal 2005 al 2008 partecipa a tutte le Master della concertista Annamaria Cigoli e approfondisce il repertorio con particolare dedizione per Liszt e Rachmaninov esibendosi in concerti e ricevendo il diploma di merito “Eccellente con lode e menzione d'onore”.

È stato vincitore di tre borse di studio ministeriali al Conservatorio di Torino con la qualifica di Tutor (2005/2006 2008/2009 e 2011/2012). Durante questi periodi è entrato in contatto con artisti quali Vadim Brodsky (violino), Peters Lukas-Graf (flauto), e cantanti come il soprano Eva Mei.

Collaborando con il sassofonista Maurizio Rosa dal 2003 ha ampliato e approfondito il suo repertorio da Debussy, Hindemith, Glazunov, il '900 Francese, Piazzolla fino ai contemporanei eseguendo trascrizioni arrangiamenti e sue composizioni in molteplici concerti di grande livello e varietà.

Con il soprano Silvana Moyso ha collaborato come pianista in tutti i suoi concerti dal 2003 nelle MasterClasses e negli allestimenti di Traviata, Rigoletto, Vedova Allegra e Le nozze di Figaro. In questi appuntamenti hanno debuttato artisti allievi di Silvana Moyso come il tenore Andrea Caré (perfezionatosi con L. Pavarotti) il soprano Monica Tarone (artista prediletta da R. Muti) il baritono Lorenzo Battagion e il soprano Anna Pirozzi.

A Torino si esibisce come pianista solista e accompagnatore nelle sale più prestigiose quali Il Piccolo Regio, Mazda Palace, Teatro Colosseo, Auditorium Orpheus, Aula Magna del Politecnico Aula Magna del Rettorato, Teatro Alfieri, Teatro Vittoria, Teatro Carignano, Circolo della Stampa e Circolo dei Lettori dove inaugura la stagione del 2008 con un recital dedicato a F. Liszt.

Nel gennaio 2008 è maestro sostituto e direttore del coro di voci bianche al Teatro Regio di Torino per l'opera “Anna” del M.° E. Ferrando. Collabora con l'Accademia Stefano Tempia e attivamente come maestro sostituo e assistente con il suo direttore artistico G. M. Guida. Ha una proficua collaborazione con il Coro Maghini, l'associazione Antidogma e il festival MITO Settembre Musica.

Collabora stabilmente con l' Accademia della voce del Piemonte per la quale accompagna le Master di C. Desderi, A. Corbelli, S. Lowe, M. Devia, L. D'Intino, e R. Blake, esibendosi in concerti e per il premio Arca D'oro conferito al M° Riccardo Chailly (2012) e al M° B. Casoni (2014).

Con la sua insegnante e guida spirituale Annamaria Cigoli da il via ad un importante sodalizio artistico che lo vede coinvolto in un repertorio per due pianoforti e a quattro mani; il debutto al Teatro Alfieri di Torino nel 2009 in un memorabile recital a due pianoforti con musiche di Rachmaninov, Ravel e Gershwin. Il repertorio spazia dal salotto francese al romanticismo e fino al '900. Il duo ha riscosso forte apprezzamento di pubblico e critica (P. Gallarati su “La Stampa”) per l'esecuzione delle variazioni Brahmsiane op. 56b e la “Rapsody in blue” di G. Gershwin.

Ha prestato la sua opera musicale anche per la TV e il cinema italiano “Rivombrosa”, “La donna della domenica” e un'esecuzione della polacca op. 53 “Eroica” di F. Chopin per il film “Tutta colpa della musica” di R. Tognazzi.

Ha ricevuto, dal video-magazine web INNTV, il Premio Talento d'Oro 2010 per la sua attività di pianista compositore e direttore d'orchestra e per aver dedicato alle popolazioni dell'Abruzzo colpite dal terremoto, con profonda intuizione e disponibilità, una importante parte dei suoi studi e della sua attività concertistica.

Nel novembre 2011 su commissione della scrittrice Chicca Morone debutta come compositore-direttore in “Saffo, una donna fuori dal tempo” opera da camera per soprano e cinque strumenti in un atto e tre scene. La composizione raccoglie Poesia (Chicca Morone) Lirica (Anna Pirozzi, soprano) e Danza (Laura Comi) e viene eseguita nel salone del Conservatorio G. Verdi di Torino accolta calorosamente da pubblico e critica.

Il suo proficuo rapporto artistico con il poeta e amico Stefano Luti lo vede collaborare regolarmente come compositore per l'associazione torinese Antidogma. Compone liriche, canti e svariati arrangiamenti per formazioni diverse dal duo al quintetto.

Interpreta con grande successo in duo con il tenore Alejandro Escobar il grande repertorio latinoamericano in un concerto intitolato “Aquarela latinoamericana” il 30 gennaio 2014 a Parma replicato in Italia e all'estero.

Il 21 gennaio 2013 in occasione del bicentenario della nascita Wagneriana per l'accademia Stefano Tempia, esegue al Teatro Vittoria di Torino il recital “Buon compleanno Wagner” con un programma di trascrizioni Lisztiane. Il recital mette in luce ai massimi vertici l'eccezionale talento pianistico e viene replicato a Torino per Polincontri classica, alla Villa Tesoriera, al Teatro Alfieri, e al centro Polivalente di Imperia e presso altre prestigiose sedi europee.

Il 10 giugno 2014 dirige L' orchestra giovanile del ponente Ligure Ligeia al Teatro del Casinò di Sanremo con la quale collabora attualmente ai numerosi eventi musicali riscuotendo consensi del pubblico dell'orchestra e dei maestri preparatori. Il 22 luglio dello stesso anno inizia una collaborazione come direttore con la Società Lirica F. Tamagno che lo vede impegnato nella “Principessa della Czardas” al Teatro G. Verdi di Acqui Terme e successivamente al Teatro Comunale di Casale Monferrato il 15 marzo 2015 in una applauditissima "Bohéme".

Il suo impegno è rivolto nel diffondere la musica classica in favore del pubblico comune, un pò per non lasciar morire una cultura universale, unica ed irripetibile, e un pò per avvicinare al mondo della musica classica soprattutto giovani e giovanissimi, educandoli alla scoperta delle emozioni che solo la musica classica sa dare.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu